La Storia

  • 1770

    Sono nata come masseria “Migaglia o Celso” intorno al 1770 le mie tracce le ritroviamo già sulla Pianta del duca di Noja del 1775. In quel periodo a Posillipo vi erano diversi villaggi.. Così il borgo degli Angari e quello dei Megaglia si univano alla Torre Ranieri e al borgo di Santostrato, che si collegava al mare con la discesa di Marechiaro. Oggi sul alcune parti di tale territorio sono ancora visibili resti di case rurali mentre altre sono state inglobate nelle nuove costruzioni.

  • 1875

    Ma la mia attuale configurazione risale tra il 1875 ed il 1880. In quel periodo ci furono consistenti lavori di ampliamento e ristrutturazione, da masseria di campagna mi trasformarono in un lussuoso “Casino di Villeggiatura”, dai saloni affrescati ( tra cui il gioco della gatta cieca del prof. Ignazio Perricci -1837/1907) quando, divenni proprietà Cilento .

  • 1926

    Nel 1926 divenni di proprietà dei baroni Cocuzza di Catania, mi mantennero in piena efficienza fino alla seconda guerra mondiale, periodo in cui divenni residenza degli ufficiali tedeschi.

  • 1977

    Dalla fine della guerra al 1977 ,l’incuria del tempo e l’azione vandalica dell’uomo mi ha reso un vero e proprio rudere decadente. Tutto il territorio intorno a me veniva cementificato e nascevano, parco delle rondini, cerimele, la pinetina..ecc , mentre io, Villa Cilento , rimanevo, integra nella mia configurazione originaria, in un oasi di verde, antica dimora ottocentesca.

  • Oggi

    E’ il 1977, l’anno della mia rinascita, il comm. Gennaro Giustino, affermato imprenditore edile, mi ridonò la mia antica bellezza, destinandomi a sua dimora privata. Ci sono voluti quattro anni di duro e faticoso lavoro, a farmi ritornare a vivere i fasti di un tempo riprendendomi così il mio splendore e la mia configurazione originale. Siamo quasi arrivati ai nostri giorni, è intorno al 1991 che comincio ad essere la cornice ideale dei vostri matrimoni.. Un luogo in cui si vivono momenti magici, ricchi di suggestive atmosfere.

1
2
3
4